Sgarbi terminali

On. Vittorio Sgarbi: Illustre Presidente Mandelli, in ordine alle vicende umane e sanitarie che mi hanno fatto conoscere di avere avuto nel mese di dicembre il Covid, e quindi di avere gli anticorpi, in ordine alla ricetta medica e al certificato presentato alla Presidenza, che prescrive che io possa parlare senza utilizzare la mascherina, in ordine al fatto che dopo ulteriori visite risulto affetto da cancro, le chiedo di poter parlare senza la mascherina (Si toglie la mascherina senza aver avuto ancora l’autorizzazione).

Presidente Andrea Mandelli: Onorevole, per ora le chiedo la cortesia di mantenere la mascherina. Farò presente al Presidente Fico nella mattinata stessa la sua richiesta e il Presidente Fico provvederà a dare la risposta rispetto alla sua richiesta.

On. Vittorio Sgarbi: Non m’aspettavo altro che questa risposta, ma questo indica lo stato di irrazionalità per cui un malato di una malattia reale è costretto per una malattia di cui è immune e che non può trasmettere…

Presidente Andrea Mandelli: Onorevole Sgarbi, lei avrà la cortesia di aspettare questa risposta che sarà mia premura farla avere nel più breve tempo possibile, spero nella mattinata stessa.

L’onorevole Vittorio Sgarbi ci ha regalato l’ennesima perla di razionalità e ragionevolezza. La ragionevolezza può prescindere dalla razionalità e operare delle scelte eccezionali negate dalla razionalità, sempre che queste scelte non ledano l’incolumità di nessuno. Ecco che l’intervento alla Camera di Sgarbi contravviene sia alla razionalità che alla ragionevolezza: essere immuni non significa non poter trasmettere la malattia, anzi, e nessuna ragionevolezza può suggerire un comportamento eccezionale in casi come questo. Che Sgarbi si senta, irragionevolmente, limitato e danneggiato dai provvedimenti presi per contrastare il Covid19 dimostra quanto egli sia irrazionale e irragionevole. Arrivare persino a dire che contro il Covid “si è fatto tutto per finzione, finzione e bugia” conferma questa tendenza allo squilibrio, al borderline della ratio. Sgarbi, da sempre, è un campione di tracotanza, un υβριστές paradigmatico, forse qualcuno ricorda quando augurava la morte a Federico Zeri sul palco del Maurizio Costanzo Show, o quando assaliva, e assale, insultando l’interlocutore di turno, per non parlare di tutti gli atteggiamenti istrionici esibiti in trent’anni di apparizioni televisive.

Se fossimo “razionali” e “ragionevoli” come Sgarbi, raggiunti dalla notizia che l’onorevole è affetto dal cancro, non avremmo difficoltà ad augurargli quello che lui augurava a Zeri. Ma noi non siamo come Sgarbi e, soprattutto, il cancro non ha bisogno di incoraggiamenti.   

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Media e comunicazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...