Tips for reading: Undisputed Truth by Mike Tyson

I’m a waste. The only thing I did was fight, fuck, and bring in kids. Boxing, bitches, and babies. My baseline normal is to destroy myself. And when I don’t do that I think I should get rewarded. I’m the quintessential addict. I’m a piece of shit who thinks that the world revolves around them. I have the lowest self-esteem in the world but the biggest ego God could ever create.

Undisputed Truth by Mike Tyson, Larry Sloman, Published November 12th 2013 by Blue Rider Press, p. 716.

Ho sprecato tutto. Non ho fatto altro che tirare pugni, scopare e fare figli. Boxe, puttane e bambini. La norma, per me, è l’autolesionismo. E quando riesco a evitarlo pretendo una ricompensa. Sono la quintessenza del tossico, uno stronzo convinto che l’intero universo ruoti intorno a lui. Ho la più bassa autostima del mondo, e l’ego più colossale del creato.

Traduzione italiana (bruttina): Mike Tyson, True. La mia storia, Piemme, 2015.

Reading is my favorite addiction, I don’t recommend books to influence anyone, but sometimes I am happy to report a publication, especially if I consider it interesting, not only from a literary point of view. This is the case of the autobiography of Myke Tyson, released in 2013, a book that excites for its ruthlessness. Tyson doesn’t caress anyone, not even himself, he fights everything and everyone like in a ring, describes situations that would embarrass anyone, and he does it without using euphemisms. Usually the author of an autobiography tries to discharge his responsibilities, tends to justify herself or himself by often resorting to hypocritical means. I have read many autobiographies of sportsmen, but this one by Tyson I elect as the best, the most credible, because on each page there’s not a minimum effort to captivate the reader. Take or leave. I recommend reading this book. Be prepared for a rush of jab, but it will be worth it.

Leggere è la mia dipendenza favorita, non mi metto a consigliare libri per influenzare nessuno, ma talvolta segnalare una pubblicazione mi fa piacere, specie se la considero interessante, non solo dal punto di vista letterario. È il caso dell’autobiografia di Myke Tyson, uscita nel 2013, un libro che emoziona per la sua spietatezza. Tyson non carezza nessuno, nemmeno se stesso, prende a pugni tutto e tutti come in un ring, descrive situazioni che imbarazzerebbero chiunque, e lo fa senza usare eufemismi. Solitamente l’autore di un’autobiografia tenta di scaricare le proprie responsabilità, tende a giustificarsi ricorrendo spesso a mezzucci ipocriti. Ho letto tante autobiografie di sportivi, ma questa di Tyson la eleggo come la migliore, la più credibile, perché in ogni pagina non c’è un minimo sforzo per accattivarsi il lettore. Prendere o lasciare. Vi consiglio di leggere questo libro. Preparatevi ad una scarica di jab, ma ne sarà valsa la pena.

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Libri, Sport. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...