Giusto Pio (11 gennaio 1926 –12 febbraio 2017)

 

http://digilander.libero.it/giustopio/indice.htm

Nato nel 1926 a Castelfranco Veneto ereditò dal padre che suonava diversi strumenti la passione per la musica. A 13 anni cominciò a studiare violino e composizione a Venezia. Dopo il diploma in violino, si trasferì a Milano. Ottenne importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali ed entrò nell’orchestra della RAI di Milano come violino di Concertino, posto che gli permise di acquisire, in circa un trentennio di attività a stretto contatto con i migliori direttori ed esecutori nel mondo, una vasta esperienza nel campo sinfonico-orchestrale ed operistico. Svolse in questi anni anche un’ intensa attività didattica e cameristica con i migliori complessi milanesi ed italiani in genere, contemplando un vasto repertorio musicale che, a partire dal Medioevo e Rinascimento (Letitiae Musicae, gruppo pioniere in Italia nell’esecuzione di musiche medioevali e rinascimentali), attraversava il Barocco (Complesso Strumentale Italiano, Symposiurn Musicum Milano, Giovane Quartetto di Milano, Complesso Barocco di Milano, etc.) e arrivava alla musica contemporanea. Numerose sono state le registrazioni per le principali case discografiche del tempo (Ricordi, Angelicum, Vox, Decca), con esecuzioni sempre filologicamente attente. Alla fine degli anni ’70 conobbe Franco Battiato a cui impartì lezioni di violino e, per diletto e curiosità, iniziò con lui e con Juri Camisasca a tenere concerti di improvvisazioni. Nel 1978 collaborò come musicista all’album Juke box di Battiato che gli produsse Motore immobile, disco di musica sperimentale pubblicato dall’etichetta Cramps, primo LP di Giusto Pio. Iniziò così con Battiato una collaborazione musicale tra le più prolifiche ed interessanti degli anni ’80 e dei primi anni ’90 in Italia, un sodalizio che lo porterà a nuovi traguardi nei campi della musica commerciale e dell’avanguardia, con un grandissimo successo in termini di popolarità e di discografia. Giusto Pio partecipò a tutti i dischi di Franco Battiato, da L’era del cinghiale bianco del 1979 ad Umprotected del 1994 in qualità, a seconda dei casi, di coautore delle musiche, degli arrangiamenti, di violinista, di direttore d’orchestra, partecipando al contempo a tutti i tour di Battiato di questo periodo. Giusto Pio, sempre assieme al cantautore siciliano, in quegli anni scrisse le musiche e gli arrangiamenti di molte canzoni di successo di Alice, Giuni Russo, realizzando anche due album per Milva e canzoni per altri artisti. Fra il 1982 e il 1987 ha pubblicato tre album di musica leggera molto personali (Legione straniera, Restoration e Note) riscuotendo un buon successo di vendite e facendosi conoscere anche dal pubblico più giovane. Nel 1998 incise Alla corte di Nefertiti, album che segnò il passaggio di Giusto Pio ad un genere musicale assai diverso dal precedente. Nell’ultimo decennio, infatti, si è accostato sempre più alla ricerca sonora acustica ed elettronica, alle musiche per teatro, alle musiche per film e commenti musicali interattivi con altre forme d’arte quali pittura, scultura e poesia.

http://digilander.libero.it/gianni61dgl/giustopio.htm

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...