Sig. Francesco De Gregori

13055366_10206665943110921_2490165334057008591_n

fonte: https://ghilarducci.wordpress.com/2016/04/17/iosono141-perche-iononsonodegregori-vergognati-fdegregori-iosono141-degregori/

La Fondazione Goldoni da anni ha scelto come mezzo per mantenere viva la memoria, una targa, lo stessa mi viene consegnata nei giorni antecedenti o seguenti il 10 Aprile, ogni volta viene scelto una serata dedicata alla musica classica, ballo e altro, quest’anno la data era il 16 Aprile prima del concerto di de Gregori, mi ha fatto piacere per il percorso artistico del cantante, quindi ho anticipato che mi sarebbe piaciuto ricambiare la targa consegnando al Presidente della Fondazione Marco Leone e all’artista la nostra maglietta ‪#‎iosono141‬, poco prima dell’evento mi comunicano che la consegna è saltata perché il cantautore si sarebbe “decontentrato”, per noi cambia poco la Fondazione sceglierà un altra data, ma il gesto rimane, e allora a nome dei familiari delle Vittime, dei tantissimi che si sentono #iosono141 mi sono sentito in dovere di scrivere questa lettera, senza acredine ma con la convinzione che chi sale su un palco e racconta la vita deve anche sentirsi in dovere morale di condividere le battaglie di Verità e Giustizia…..

Sig. Francesco De Gregori

Sabato 16 Aprile la fondazione Goldoni mi doveva consegnare una targa, un gesto che ripetono ogni anno prima di un evento in date vicine al 10 Aprile per mantenere viva la memoria su una strage che ha visto perire bruciate nelle acque antistanti il porto di livorno 140 persone.

Io ho avuto negli anni stima per lei e per il suo percorso artistico “impegnato” la data scelta mi ha quindi fatto piacere perché avrei consegnato a lei (chiedendole di indossarla) e al Presidente della Fondazione Goldoni Marco Leone la maglietta #iosono141.

Io non so se lei in questi anni ha sentito parlare di questa tragedia, sono passati 25 anni e forse la memoria si perde….

Lei però un artista, dovrebbe conoscere tutto quello che le sta attorno, raccontare anche la vita quotidiana, le storie, quindi mi ha colpito molto e meravigliato il suo No.

Vede noi ci battiamo da 25 anni per rivendicare il diritto alla giustizia, per sapere dopo processi farsa la Verità su quella Tragedia, lo facciamo per i nostri 140 congiunti ma anche e soprattutto perché un paese normale, in paese civile, non può accettare silenzi e omertà, ecco perché la data scelta dalla Fondazione mi faceva piacere, De Gregori che canta le canzoni di un altro mito dell’impegno civile Dylan era il degno coronamenti di una settimana dedicata alla memoria.

Le sarà certo sfuggito che per la prima volta tutti i TG e la stampa nazionale ha ricordato il 10 Aprile il moby prince, che il Senato sta lavorando sulla vicenda con un apposita Commissione D’Inchiesta, e me ne dispiace, noi vorremmo che tutti conoscessero questa vicenda che non dimenticassero che ci sono state 140 Vittime, che l’intera collettività a diritto a sapere perché.

Lei giustamente pensa ad altro, anche io se potessi farei a meno di portare ogni giorno quella croce, mia sorella sarebbe qui con noi.

Lei col suo no ha impedito che si effettuasse un gesto simbolico importante, possibile che l’avrebbe deconcentrata ma magari anche lei come cittadino avrebbe partecipato al mantenimento della memoria collettiva, non è ripeto solo un gesto rituale la targa ma un impegno a NON DIMENTICARE

Mi è caduto un mito, le ho voluto scrivere solo questo….

loris rispoli

fonte: https://www.facebook.com/loris.rispoli?fref=ts

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...