Citazioni errate 7

Bongiorno-Longari

“Ahi ahi ahi, signora Longari: mi è caduta sull’uccello”

Giovedì 7 maggio 1970 la ventisettenne Giuliana Toro in Longari, nata a Popoli in provincia di Pescara, esordì al quiz televisivo Rischiatutto condotto da Mike Bongiorno portando come materia la storia della Repubblica romana. Giuliana Longari non solo vinse al debutto, ma rimase in gara per 11 puntate accumulando una cifra di 13 milioni di lire, equivalenti più o meno a 300.000 euro odierni. Gli italiani però ricordano questa concorrente per un episodio che non è mai avvenuto: secondo la leggenda metropolitana, in una puntata Mike Bongiorno avrebbe chiesto il titolo di un’opera di Igor Stravinskij (L’Uccello di fuoco) e la ragazza abruzzese sarebbe rimasta muta, al che il conduttore avrebbe rivolto alla signora la famosa frase “Ahi ahi ahi, signora Longari: mi è caduta sull’uccello”. La frase è circolata, ma è sempre stata smentita sia da Bongiorno che dalla signora, oltretutto non sono mai state rinvenute registrazioni della frase citata. Ad accorrere per spiegare la leggenda c’è Paolo Limiti, all’epoca uno degli autori di Rischiatutto, che in un’intervista a Sorrisi del 2004 dice quanto segue: «A distanza di anni però posso svelarti la verità su quella più celebre che, curiosamente, fu forse l’unica studiata a tavolino. Non c’entra la Longari, non c’entra L’uccello di fuoco di Stravinskij: era il Rischiatutto, questo sì, e la protagonista fu una concorrente che non vinse nulla e che nessuno ricorda, mi sembra di Genova. Quella sera c’era la colonna con le domande sulla “ornitologia” e nel suo camerino Mike, prima della trasmissione, mi disse: “Se sbaglia una qualsiasi risposta, io dico ‘Che peccato, mi è caduta sull’uccello’”. E così fu, per la gioia trentennale dei suoi biografi». La versione della signora Longari è diversa, raccolta nel 2000 in una intervista sul Corriere: «“Per l’ennesima volta devo ribadire che Mike non disse mai quella battuta, ‘Signora Longari mi è caduta sull’uccello’ (a proposito di una risposta sbagliata su L’uccello di fuoco di Stravinskij, ndr): non si sarebbe mai permesso. Le cosiddette gaffe di Mike non esistono: lui pilota tutto e sa esattamente cosa dire, cosa sbagliare e dove fermarsi. Dunque una battuta così sarebbe stata troppo volgare per quei tempi. Lui stesso ammette che l’avrebbero cacciato dalla Rai”. Ma allora come può essere nato questo aneddoto che dura da 30 anni? “Pare che Mike l’abbia detta sul serio questa battuta ma non a me”».

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...