Raffaello Belli (18 febbraio 1927 – 25 gennaio 2016)

Belli

Fonte foto: http://www.gavorchio.it/MANIF–Saltocchio.htm

http://www.luccaindiretta.it/cultura-e-spettacoli/item/62857-morto-il-poeta-lucchese-raffaello-belli.html

Nato a Gattaiola (Lucca) è vissuto a Lucca. Fin dall’adolescenza ha coltivato la passione per la poesia, scrivendo in lingua e in vernacolo.

Ha partecipato a vari concorsi nazionali e internazionali vincendone molti.

Nel 1995 ha vinto il “Leone d’Oro per la Poesia” a Venezia con la poesia La Morte. Ha collaborato al periodico lucchese “Racconti e Poesie”. Ha pubblicato la raccolta Poesie di Raffaello Belli nel1993 e Le poesie di Raffello Belli nel 1997, a cura della Circoscrizione N.5 del Comune di Lucca.

 

Fu subito luce

Entrai in punta di piedi

per non svegliarti,

dal sonno profondo

fu subito luce.

 

Ci guardammo negli occhi

come sempre, senza mentire,

baciai le tue labbra profumate

come rose rosse.

 

Al nostro desiderio

il meraviglioso ripetersi,

all’affascinante bellezza

una notte senza fine.

 

La vita

Vita stupida e beffarda,

sorte che ci attanaglia

consumando il tempo.

Apparentemente gioiosa

ma che trabocca d’illusione.

Calziamo terra infuocata

che brucia dentro

e ci fa molto riflettere,

tanti sono i traguardi

ma sempre affannati,

tutti si perdono nel nulla.

La cosa più vera e meravigliosa

è la luce del sole

che illumina ogni giorno

donandoci calore immenso.

Le nostre speranze planano

come gabbiani all’orizzonte

dove il tramonto rosso

accoglie immagini

delle nostre molteplici sofferenze.

Trasportiamo montagne

che più non respiriamo

ci bagniamo nell’acqua

di un mare grande

che spesso ci fa sognare,

ma poi, con onda minacciosa

amaramente ci travolge,

questa è la vita.

 

La morte

Morte, ti giuro, non voglio pensarti

perché tanto mi fai paura;

lascia che il tempo passi

ché di morir non ho premura.

 

Tanto il pensier mi assilla

e nella notte, quando è silenzio,

questo mio cuor vacilla,

ché il tuo fruscio io sento.

 

E mai riposi, sempre tormenti,

nessuno può essere ribelle;

non guardi il tempo e ti presenti

togliendoci affetti e cose belle.

 

E non ti piange il cuore

se spesso rapisci all’improvviso;

non hai pietà e amore,

non c’è speranza sul tuo viso.

 

Ti prego Morte, quando decidi

ti chiedo un po’ di tenerezza;

non torturarmi tanto, sorridi!

non farmi male, mieti con dolcezza

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura, Notizie, Poesia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...