Lucca in letteratura VI

 

CaesarElephant

Sed cum Lucius Domitius consulatus candidatus palam minaretur consulem se effecturum quod praetor nequisset adempturumque ei exercitus, Crassum Pompeiumque in urbem prouinciae suae Lucam extractos conpulit, ut detrudendi Domitii causa consulatum alterum peterent, perfecitque [per] utrumque, ut in quinquennium sibi imperium prorogaretur.

Ma dal momento che Lucio Domizio, candidato al consolato, minacciava apertamente che da console avrebbe fatto ciò che da pretore non aveva potuto e che gli avrebbe sottratto gli eserciti, (Cesare) convinse Crasso e Pompeo, convocati nella città di Lucca, che faceva parte della sua provincia, a concorrere per un altro consolato al fine di ostacolare Domizio, e riuscì, grazie a loro, a farsi prorogare per un quinquennio il comando militare.

Gaius Suetonius Tranquillus, De vita Caesarum I, Vita divi Iuli, XXIV.

… ἀλλὰ καὶ τῶν ἐπιφανεστάτων ἀνδρῶν καὶ μεγίστων οἱ πλεῖστοι συνῆλθον πρὸς αὐτὸν εἰς Λοῦκαν, Πομπήϊός τε καὶ Κράσσος, καὶ Ἄππιος ὁ τῆς Σαρδόνος ἡγεμών, καὶ Νέπως ὁ τῆς Ἰβηρίας ἀνθύπατος, ὥστε ῥαβδούχους μὲν ἑκατὸν εἴκοσι γενέσθαι, συγκλητικοὺς δὲ πλείονας ἢ διακοσίους. βουλὴν δὲ θέμενοι διεκρίθησαν ἐπὶ τούτοις· ἔδει Πομπήϊον μὲν καὶ Κράσσον ὑπάτους ἀποδειχθῆναι, Καίσαρι δὲ χρήματα καὶ πενταετίαν ἄλλην ἐπιμετρηθῆναι τῆς στρατηγίας.

Πλούταρχος, Βίοι Παράλληλοι/Καίσαρ, 21, Plutarco, Vite Parallele, Cesare 21

…ma anche molti degli uomini del più alto rango e di maggior influenza vennero a incontrarlo (Cesare) a Lucca: Pompeo e Crasso, Appio, il governatore della Sardegna, e Nepote, proconsole di Spagna, cosicché vi furono centoventi littori e più di duecento senatori. Tennero una riunione e così stabilirono: Pompeo e Crasso sarebbero stati eletti consoli, Cesare avrebbe avuto risorse economiche e il rinnovo di cinque anni del suo comando militare.

Ecco i passi di due autori del I° secolo dopo Cristo, Svetonio[1] e Plutarco[2], che citano Lucca (Λοῦκα in greco) per il famoso incontro ivi tenuto del 56 a.C tra Cesare, Pompeo e Crasso, in cui si decise la sorte della politica romana dopo la spedizione di Cesare in Gallia. L’accordo trovato fu però precario: morto Crasso nel 53 a.C. a Carre, mentre combatteva i Parti, i successi militari di Cesare (l’assoggettamento definitivo del Belgio, della Gallia, della Britannia) vennero considerati da Pompeo e il senato conquiste private e pericolose per la concordia della già traballante Repubblica Romana. Il seguito della storia fu, in sommi capi, la guerra civile che vide lo scontro tra le fazioni di Cesare e Pompeo, con la vittoria di Cesare a Farsalo il 9 agosto del 48 a.C.. Lucca protagonista del mondo antico, provincia latina già dal 180 a.C., un centro considerato strategico per essere a ridosso del confine della cosiddetta Gallia Cisalpina, per questo Cesare la scelse come sede del summit che istituì il primo triumvirato, consegnandola così alla storia mondiale.

© Marco Vignolo Gargini



[1] Gaio Svetonio Tranquillo, (70–126)

[2] Plutarco (46/48–125/127)

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura, Libri, Media e comunicazione, Sisohpromatem, Traduzioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...