Per chi suona la campanella?

campanelle Passaggio di consegne tra il vecchio Primo ministro, Enrico Letta, e il nuovo, Matteo Renzi, con la cerimonia della campanella del Presidente del Consiglio che cambia “padrone”. Se si osservano le istantanee delle vecchie cerimonie, da Prodi a oggi, notiamo subito la scarsa empatia che ha caratterizzato l’ultima. Enrico Letta, statua di ghiaccio, ha evitato di incontrare lo sguardo di Renzi fino alla fine, soltanto una sfuggente stretta di mano e l’uscita frettolosa di scena. Siamo umani e, nonostante le doti diplomatiche dei politici, Enrico Letta non ha nascosto il suo risentimento nei confronti di chi lo ha scalzato, il suo viso tirato e la postura sono segni evidenti di un mal celato livore. Il tutto è durato dieci secondi, una fretta fin troppo eloquente… Alessandro Sala sul Corriere della Sera ha sintetizzato magistralmente quanto accaduto: Nello stesso tempo che serve a Bolt per vincere un oro nei 100 metri, Letta ha invece liquidato la formalità e voltato pagina su un’esperienza in cui aveva messo grande impegno e partecipazione, quei 300 giorni «ognuno come se fosse l’ultimo» secondo la sua stessa definizione, ma conclusa nel peggiore dei modi, con una sfiducia non parlamentare ma «domestica», tutta consumata all’interno del Pd. E orchestrata dallo stesso Renzi, fresco leader del partito che Letta ha contribuito a fondare, che nello spazio di pochi giorni è passato da #enricostaisereno a quel voto capestro in direzione per una «staffetta» che fino a quel momento era sempre stata negata anche solo come ipotesi [1].

Adesso vedremo quel che succederà con il nuovo Premier, novello Usain Bolt o Bruto, a seconda dei punti di vista, smanioso di cambiamenti (non si sa quanto reali o soltanto propagandati…).

[1]  Per chi non suona la «campanella» Renzi-Letta, la staffetta più glaciale di sempre – Corriere.it http://bit.ly/1bz0NAW

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Notizie e politica, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...