Edgar Lee Masters (1868-1950), Spoon River 5

E. Lee Masters

The Hill

Where are Elmer, Herman, Bert, Tom and Charley,

The weak of will, the strong of arm, the clown, the boozer, the fighter?

All, all are sleeping on the hill.

One passed in a fever,

One was burned in a mine,

One was killed in a brawl,

One died in a jail,

One fell from a bridge toiling for children and wife-

All, all are sleeping, sleeping, sleeping on the hill.

Where are Ella, Kate, Mag, Lizzie and Edith,

The tender heart, the simple soul, the loud, the proud, the happy one?–

All, all are sleeping on the hill.

One died in shameful child-birth,

One of a thwarted love,

One at the hands of a brute in a brothel,

One of a broken pride, in the search for heart’s desire;

One after life in far-away London and Paris

Was brought to her little space by Ella and Kate and Mag–

All, all are sleeping, sleeping, sleeping on the hill.

Where are Uncle Isaac and Aunt Emily,

And old Towny Kincaid and Sevigne Houghton,

And Major Walker who had talked

With venerable men of the revolution?–

All, all are sleeping on the hill.

They brought them dead sons from the war,

And daughters whom life had crushed,

And their children fatherless, crying–

All, all are sleeping, sleeping, sleeping on the hill.

Where is Old Fiddler Jones

Who played with life all his ninety years,

Braving the sleet with bared breast,

Drinking, rioting, thinking neither of wife nor kin,

Nor gold, nor love, nor heaven?

Lo! he babbles of the fish-frys of long ago,

Of the horse-races of long ago at Clary’s Grove,

Of what Abe Lincoln said

One time at Springfield.

(Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley,/ l’indolente, il braccio forte, il clown, l’ubriacone, il rissoso?// Tutti, tutti dormono sulla collina./ Uno trapassò in una febbre,/ uno fu arso in una miniera,/ uno fu ucciso in una zuffa,/ uno morì in prigione,/ uno cadde da un ponte lavorando duramente per i figli e la moglie…/ tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.// Dove sono Ella, Kate, Mag, Edith e Lizzie,/ la tenera, la sempliciona, la strillona, l’orgogliosa, la felice?/ Tutte, tutte dormono sulla collina.// Una morì di un parto ignobile,/ una di amore ostacolato,/ una sotto le mani di un bruto in un bordello,/ una di orgoglio ferito, alla ricerca dell’intimo desiderio,/ una inseguendo la vita nella lontana Londra e Parigi,/ ma fu riportata nel suo piccolo spazio con Ella, con Kate, con Mag…/ tutte, tutte dormono, dormono, dormono sulla collina.// Dove sono zio Isaac e la zia Emily,/ e il vecchio Towny Kincaid e Sevigne Houghton,/ e il maggiore Walker che aveva parlato/ con uomini venerabili della Rivoluzione?/ Tutti, tutti dormono sulla collina.// Li riportarono, figli morti, dalla guerra,/ e figlie dalla vita infranta,/ e i loro bimbi orfani, piangenti…/ tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina.// Dov’è il vecchio Fiddler Jones/ che giocò con la vita per tutti i suoi novant’anni,/ sfidando il nevischio a petto nudo,/ bevendo, facendo risse, non pensando né a moglie né a parenti,/ né al denaro, né all’amore, né al paradiso?/ Eccolo! ciarla delle fritture di tanti anni fa,/ delle corse di tanti anni fa nel Boschetto di Clary,/ di ciò che Abe Lincoln disse/ una volta a Springfield.) Traduzione di Marco Vignolo Gargini

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura, Libri, Poesia, Sisohpromatem, Traduzioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Edgar Lee Masters (1868-1950), Spoon River 5

  1. Carlo Menzinger ha detto:

    La dimostrazione che gli elenchi di nomi possono diventare narrativa o, addirittura, poesia!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...