Svastiche a Sant’Anna di Stazzema

svastiche a sant'anna di stazzema

http://iltirreno.gelocal.it/versilia/cronaca/2013/08/13/news/svastiche-sui-muri-di-stazzema-nell-anniversario-della-strage-1.7570030

   Può bastare l’indignazione? Come reagire di fronte alla svastiche disegnate sui muri nei pressi di Sant’Anna di Stazzema in concomitanza del 69° anniversario della strage nazista? Ho l’impressione che i responsabili di questo gesto vadano cercati altrove. Qualcuno materialmente ha compiuto l’atto, ma altri hanno armato la mano incriminata, altri da vent’anni a questa parte hanno sistematicamente compiuto un revisionismo criminale e criminogeno che mette sullo stesso piano chi ha lottato contro il nazifascismo e i nazifascisti stessi. Non ci sorprendiamo se oggi compaiono svastiche, croci celtiche, fasci littori, la licenza a certi personaggi è stata offerta su un piatto d’argento da uomini politici italiani in bella vista, quali governanti, primi ministri, sindaci ecc.. Ma non solo i politici… Con la scusa dell’anticomunismo, cretini con lampi di imbecillità, imbrattacarte, sedicenti  storici e giornalisti pubblicano da anni articoli e saggi per dimostrare che in fondo i fascisti non sono stati dei criminali, togliendo così di mezzo la collaborazione attiva dei “camerati”, la complicità riconosciuta di queste stragi, di tutti i morti sul suolo italiano e non solo. Quel povero deficiente che ha disegnato le svastiche non mi fa nemmeno pena, è un ignorante, un insulso, un aborto venuto male, ma il mio vero disprezzo va dritto contro questi revisionisti in mala fede o dementi, tutti quelli che non hanno nemmeno le palle per riabilitare coram populo Hitler e il Terzo Reich, ma in cuor loro lo hanno già fatto nascondendosi dietro uno squallido anticomunismo che ha già divorato quel poco di cervello rimastogli.

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari, Notizie, Notizie e politica, Politica, Storia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Svastiche a Sant’Anna di Stazzema

  1. Luciano tarabella ha detto:

    Penso che quel cretino non meriti neanche il tuo sdegno; forse è in cerca di quel quarto d’ora di fama cui agognano menti malate come la sua. Il fascismo ed il nazismo sono state delle aberrazioni storiche di cui l’umanità deve ricordarsi per continuare a provare vergogna di aver raggiunto un livello così basso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...