ARTHUR RIMBAUD POESIE V

Poésies

ARTHUR RIMBAUD

POESIE

Traduzione dall’originale in francese Poésies   

di Marco Vignolo Gargini

************************************************************

I MORTI DEL NOVANTADUE

“…Francesi del settanta,

bonapartisti, repubblicani,

rammentatevi dei vostri padri nel ’92,

.   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .

Paul de Cassagnac.

Il Paese.

(Morts de Quatre-vingt-douze

“…Français de soixante-dix,

bonapartistes, républicains,

souvenez-vous de vos pères en 92, etc…

.   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .   .

Paul de Cassagnac.

Le Pays.)

Morti del Novantadue e del Novantatré,

che, pallidi al forte bacio della libertà,

placidi, coi vostri zoccoli spezzaste il giogo che pesa

sull’anima e sulla fronte dell’intera umanità;

 

Uomini estasiati e grandi nella tormenta,

voi dai cuori che battevano d’amore sotto gli stracci,

o Soldati che la Morte ha seminato, nobile Amante,

per rigenerarli, dentro tutti i vecchi solchi ;

 

voi dal sangue che lavava tutta la grandezza insozzata,

Morti di Valmy, Morti di Fleurus, Morti d’Italia,

o milioni di Cristi dagli occhi cupi e dolci;

 

Noi vi lasciavamo dormire con la Repubblica,

noi, curvi sotto i re come sotto i randelli.

– E i Signori de Cassagnac ci riparlano di voi!

 

Composto a Mazas, 3 settembre 1870.

 

ALLA MUSICA

Piazza della Stazione, a Charleville.

(À la musique

Place de la Gare, à Charleville.)

 

Sulla piazza divisa in misere aiuole,

dove ogni cosa è composta, gli alberi e i fiori,

tutti i bolsi borghesi strozzati dall’afa 

apportano, i giovedì sera, le loro gelose scemenze.

 

– L’orchestra militare, in mezzo al giardino,

dondola i suoi schakò  nel Valzer dei pifferi :

– Intorno, nelle prime righe, il ragazzetto sfila;

il notaio pende dai suoi gingilli cifrati.

 

I possidenti con occhialetti sottolineano ogni stecca:

i burocrati gonfi si portan dietro le corpulenti mogli

accanto a loro vanno, ufficiosi cornac , 

quelle con i volantini che sembrano reclami;

 

sulle panchine verdi, gruppi di droghieri in pensione

che attizzano la ghiaia con i loro bastoncini,

discutendo serissimamente i contratti,

poi uno sniffo di tabacco, e riprendono: “Insomma!…”

 

Allungando sulla panchina i suoi fianchi rotondi,

un borghese coi bottoni lustri e il buzzo fiammingo,

si gusta la sua pipa preziosa da cui il tabacco a fili

trabocca – sa, è preso a contrabbando; –

 

lungo le verdi aiuole sghignazzano i ragazzacci;

e, in brodo di giuggiole per il canto dei tromboni,

gli ingenuotti soldatini, fumando le rose,

carezzano i bebè per abbindolare le bambinaie…

 

Io, seguo, sbracato come fossi uno studente,

le ragazze allegre sotto i castani verdi:

lo sanno bene; e voltano ridendo,

verso me, i loro occhi pieni di indiscrezione.

 

Io non faccio motto: guardo sempre

la carne dei loro bianchi colli cinti da riccioli folli:

io seguo, sotto il corsetto e i lievi orpelli,

il dorso divino sotto la curva delle spalle.

 

Io scovo subito lo stivaletto, la calza…

– Ricostruisco il corpo, scottato da belle febbri.

Loro mi trovano strano e si parlano a voce bassa…

– E io sento i baci che mi giungono alle labbra…

 

VENERE ANADIOMENE

(Venus Anadyomène)

 

Come da una verde bara in latta, una testina

di donna dai capelli bruni intrisi di pomate

da una vecchia tinozza emerge, lenta e cretina,

con deformità davvero mal abborracciate;

 

poi il collo grasso e grigio, le scapole larghe

che spiccano; il dorso corto che rientra e risalta;

poi le tonde reni sembrano prendere il volo;

il grasso sotto la pelle pare a lamine piatte;

 

la schiena è un po’ rossa, e il tutto emana un sapore

stranamente orribile; si notano soprattutto

delle singolarità che vanno viste con la lente…

 

Le reni portano due gravi parole: Clara Venus;

– E tutto ’sto corpo si dimena e tende il suo groppone

Schifosamente bella per un’ulcera anale.

27 luglio 1870.    

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Letteratura, Libri, Poesia, Sisohpromatem, Traduzioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...