Ustica, Cassazione: fu un missile – Stato condannato a risarcimento dei familiari delle vittime

800px-museo_ustica

© I, Ghedolo – fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Museo_ustica.JPG

Roma, 28 gen. – (Adnkronos/Ign) – Strage Ustica: la Cassazione ha reso definitivo il risarcimento danni nei confronti di diversi familiari delle vittime della strage di Ustica avvenuta il 27 giugno 1980. In particolare, la terza sezione civile (sentenza 1871) ha convalidato la decisione della Corte d’Appello di Palermo dello scorso anno che aveva detto sì ai risarcimenti, condannando rispettivamente il ministero della Difesa e dei Trasporti a risarcire i familiari. Nel dettaglio, la Suprema Corte dice che “non c’è dubbio che le amministrazioni avessero l’obbligo di garantire la sicurezza dei voli”.

Inoltre, nelle motivazioni piazza Cavour rileva come sia stata ampiamente dimostrata “la violazione della norma cautelare”. La Suprema Corte osserva inoltre che “è abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile accolta dalla Corte d’Appello”. Inesistente anche la questione della prescrizione visto che, come spiegano gli ermellini, “è ravvisabile la sussistenza del reato aviatorio colposo”.

In conclusione, la Suprema Corte spiega che “l’attività volta a garantire la sicurezza della navigazione aerea civile è pericolosa quando risulta esercitata in condizioni di anormalità”. Da qui l’ok al risarcimento per i familiari delle vittime. (…)

“Si può tirare un sospiro di sollievo su questa sentenza, che finalmente mette la parola ‘fine’ alla vicenda” dice all’Adnkronos il giudice Rosario Priore, protagonista dell’inchiesta sulla strage nei cieli di Ustica.

“La sentenza definitiva della Cassazione secondo cui ad abbattere il Dc9 dell’Itavia è stato un missile – fa notare il giornalista Giampiero Marrazzo, direttore dell’‘Avanti!’ e autore insieme al collega Gianluca Cerasola del film inchiesta dal titolo Sopra e sotto il tavolo -, coincide perfettamente con la tesi, affermata dal Presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, nell’inchiesta da me condotta e nel procedimento portato avanti dall’avvocato Daniele Osnato, legale dei familiari delle vittime di Ustica”.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Ustica-Cassazione-fu-un-missile-Stato-condannato-a-risarcimento_314126398339.html

https://marteau7927.wordpress.com/2011/09/21/ustica-la-sentenza/

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Notizie e politica, Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...