Charles Baudelaire, Diari intimi 4

diari intimi

Charles Baudelaire

Diari intimi

Traduzione dall’originale francese Journaux intimes

di Marco Vignolo Gargini

[VII]

Giuro a me stesso di prendere d’ora innanzi le seguenti regole come regole eterne della mia vita: Recitare tutte le mattine la mia preghiera a Dio, serbatoio di ogni forza e di ogni giustizia, a mio padre, a Mariette e a Poe, come intercessori; pregarli di comunicarmi la forza necessaria per compiere tutti i miei doveri, e di concedere a mia madre una vita tanto lunga per godere della mia trasformazione; lavorare tutta la giornata, o almeno fino a che le mie forze me lo permetteranno; affidarmi a Dio, cioè alla Giustizia stessa, per la riuscita dei miei progetti; recitare, tutte le sere, una nuova preghiera, per chiedere a Dio la vieta e la forza per mia madre e per me; fare, di tutto ciò che guadagnerò, quattro parti, – una per la vita corrente, una per i miei creditori, una per i miei amici, e una per mia madre ; – obbedire ai principi della più stretta sobrietà, di cui il primo è la soppressione di tutti gli eccitanti, quali che siano.

[VIII]

IGIENE. CONDOTTA. METODO

(Estratti da The Conduct of Life, di Emerson [1])

Great men… have not been boasters and buffoons, but perceives of the terror of life, and have manned themselves to face it.

«Fate is nothing but the deeds committed in a prior state of existence.»

«What we wish for in youth comes in heaps on us in old age», too often cursed with the granting of our prayer; and hence the high caution, that since we are sure of having we wish we beware to ask only for high things.

The one prudence in life is concentration; the one evil is dissipation.

The poet Campbell said that «a man accustomed to work was equal to any achievement he resolved on, and that, for himself necessity, not inspiration, was the prompter of his muse».

In our flowing affairs a decision must be made, – the best, if you can; but any is better than none.

The second substitute for temperament is drill, the power of use and routine.

«More are made good by exercitation than by nature», said Democritus.

Mirabeau said: «Why should we feel ourselves to be men, unless it be to succeed in everything, everywhere. You must say of nothing: That is beneath me, nor feel that anything can be out of your power. Nothing is impossible to the man who can will. Is that necessary? That shall be. That is the only Law of success».

We acquire the strength we have overcome.

The hero is he who is immovably centred.

The main difference between people seems to be, that one man can come under obligations on which you can rely; and another is not. As he has not a law within him, there’s nothing to tie him to.

If you would be powerful, pretend to be powerful.

[IX]

Conduct of life

Great men have not been […] for high things.

his heart (was) the throne of will.

Life is search after power.

No honest seeking goes unrewarded.

We must reckon success a constitutional trait.

The one prudence […] of his muse.

A decision […] said Democritus.

Pecunia alter sanguis.

Mirabeau said […] immovably centred.

Your theories and plans of life are fair and commendable; – but will you stick?

If you […] powerful. [2]

IL MIO CUORE MESSO A NUDO

I

Della vaporizzazione e della centralizzazione dell’Io. Tutto è là.

D’un certo sensuale godimento nella società degli stravaganti.  (Penso di iniziare Mon coeur mis à nu non importa da che punto, non importa come, e di continuarlo di giorno in giorno, seguendo l’ispirazione del giorno e della circostanza, purché l’ispirazione sia viva).

Il primo venuto, a patto che sappia divertire, ha il diritto di parlare di se stesso.

Io comprendo che si diserti una causa per sapere cosa si proverà a servirne un’altra.

Sarebbe forse dolce essere alternativamente vittima e boia.

II

Scempiaggini di Girardin: «È nostro costume prendere il toro per le corna. Prendiamo dunque il discorso dalla fine.» (7 novembre 1863).

Dunque, Girardin crede che le corna del toro siano piantate sul loro didietro. Egli confonde le corna con la coda.

«Che prima d’imitare i Tolomei del giornalismo francese, i giornalisti belgi si diano la pena di riflettere sulla questione che io studio da trent’anni sotto tutti i suoi aspetti, come lo dimostrerà il volume che verrà pubblicato prossimamente, con questo titolo: Questions de presse; che essi non si affrettino a trattare da sovranamente ridicola (I) una opinione che è tanto vera quanto è vero che la terra gira e che il sole non gira».

ÉMILE DE GIRARDIN

(I) «Vi sono persone che pretendono che nulla impedisca di credere che, essendo il cielo immobile, sia la terra a girare attorno al suo asse. Ma quelle persone non hanno sentore, a causa di ciò che avviene intorno a noi, quanto la loro opinione sia sovranamente ridicola (BV<L (,8@4`J”J@<).»

TOLOMEO (Almagestum, libro I, cap. VI). 

Et habet mea mentrita [sic] meatum.

GIRARDIN

III

La donna è il contrario del Dandy. Dunque deve fare orrore. La donna ha fame, e vuole mangiare; sete, e vuole bere. È in fregola, e vuole essere fottuta. Che bel merito! La donna è naturale, ossia abominevole. Così essa è sempre volgare, vale a dire il contrario del Dandy.

Relativamente alla Legion d’Onore. – Colui che chiede la croce ha l’aria di dire: se non mi si decora per aver fatto il mio dovere, io non lo farò più. Se un uomo ha del merito, a che pro decorarlo? Se non ne ha, lo si può decorare, perché ciò gli darà lustro. Acconsentire a essere decorato, è riconoscere allo Stato o al principe il diritto di giudicarvi, di celebrarvi, et cætera. D’altronde, se non è l’orgoglio, è l’umiltà cristiana a vietare la croce.

Calcolo in favore di Dio. – Niente esiste senza un fine. Dunque la mia esistenza ha un fine. 

Quale fine? Lo ignoro.

Non son dunque io che l’ho dimostrato.

È dunque qualcun altro più sapiente di me.

Bisogna dunque pregare questo qualcuno perché mi illumini. È il partito più saggio.

Il Dandy deve aspirare ad essere sublime, senza interruzione. Deve vivere e dormire davanti a uno specchio.


[1] Ralph Waldo Emerson (1803-1882), filosofo americano.

[2] Trad. “I Grandi uomini… non sono stati spacconi e buffoni, ma percepirono il terrore della vita, e si sono fatti coraggio per affrontarlo. ”

    «Il Fato altro non è che le azioni commesse in uno stato precedente dell’esistenza.»  

   «Ciò che desideriamo in gioventù ci arriva a cataste nella vecchiaia», troppo spesso affligge l’esaudirsi della nostra preghiera; donde il sommo avviso, che dal momento che siamo sicuri di avere ciò che desideriamo dobbiamo stare attenti a chieder solo cose somme.    L’unica prudenza nella vita è la concentrazione; l’unico male è la dissipazione.

   Il poeta Campbell disse che «un uomo aduso al lavoro era abile in ogni impresa che avesse intrapreso, e che, la stessa necessità, non l’ispirazione, era stato il suggeritore della sua musa».

   Una decisione deve essere presa nei nostri affari correnti, – la migliore, se possibile; ma una qualsiasi è meglio di nessuna.

   Il secondo sostituto del temperamento è l’esercitazione, il potere dell’uso e la routine.

   «I più sono resi valenti dall’esercizio piuttosto che dalla natura», disse Democrito.

   Mirabeau disse: «Perché dovremmo percepire in noi stessi l’essere uomini, se non per avere successo in ogni cosa, ovunque. Di niente dovete dire: Ciò non è degno di me, né sentire che qualche cosa possa essere al di fuori del vostro potere. Niente è impossibile per l’uomo che può volere. È necessario? Dev’essere. Questa è l’unica Legge del successo».  

   Acquisiamo la forza che abbiamo ottenuto.

   L’eroe è colui che è immutabilmente concentrato.

   La principale differenza tra le persone sembra essere, che qualcuno possa essere soggetto a obblighi sui quali si può contare; e un altro no. Dato che chi non ha in sé una legge, non v’è niente che lo possa vincolare.

   Se vuoi essere potente, fingi di esserlo.

   Sei in cerca di grandi cose? non cercarle.

[IX]

Conduct of life

–          I grandi uomini non sono stati […] per somme cose.

–          il suo cuore (era) il trono del volere.

–          La vita è cercare il potere.

–          Nessuna ricerca onesta resterà non ricompensata.

–          Dobbiamo considerare il successo aune tratto costituzionale.

–          L’unica prudenza […] della sua musa.

–          Una decisione […] disse Democrito.

–          Il denaro è un altro sangue.

–          Mirabeau disse […] immutabilmente concentrato.

–          Le vostre teorie e progetti di vita sono buoni e commendevoli; – ma ne rimarrete fedeli?

–          Se […] potente. –

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Letteratura, Libri, Sisohpromatem, Traduzioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Charles Baudelaire, Diari intimi 4

  1. silver account ha detto:

    Poiché il Matrimonio stabilisce i coniugi in uno stato pubblico di vita nella Chiesa, la sua celebrazione liturgica è pubblica, alla presenza del sacerdote (o del testimone qualificato della Chiesa) e degli altri testimoni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...