Jules Laforgue – Carmelo Bene II

Jules Laforgue Complainte des débats mélancoliques et littéraires, Les Complaintes – Un mot au soleil pour commencer, L’Imitation de Notre-Dame la Lune – Dimanches, Des Fleurs de bonne volonté – Avertissement, Des Fleurs de bonne volonté, versione in italiano di Carmelo Bene.

Deux frictions de vie courante T’auront bien vite exorcisé.

Due frizioni di vita corrente, sarò in un attimo esorcizzato.

Eh bien, ayant pleuré l’histoire, J’ai voulu vivre un brin heureux; C’était trop demander, faut croire …

Eh beh, dopo aver pianto tanto sulla storia voglio vivere un tantino felice… domando troppo a quanto pare.

Phoebus!… Certes, tu as encor devant toi de beaux jours; Mais la tribu s’accroît, de ces vieilles pratiques De l’À QUOI BON?

Febo, davanti a te e hai parecchi giorni. Ma cresce questa tua vecchia clientela dell’A CHE PRO.

Ô Hélène, j’erre en ma chambre; Et tandis que tu prends le thé, Là-bas dans l’or d’un fier septembre, Je frissonne de tous mes membres, En m’inquiétant de ta santé.

Elena, io vago nella mia stanza e mentre tu stai prendendo il tè, in fondo all’oro di un bel settembre rabbrividisco per la tua salute.

Ah, la Lune, la Lune m’obsède…

E la luna, la luna m’ossessiona.

Or, pas le coeur de me marier, Etant, moi, au fond, trop méprisable! Et elles, pas assez intraitables !!
…- C’est pourquoi je vivotte, vivotte, Bonne girouette aux tren’t six saisons, Trop nombreux pour dire oui ou non….

Aimè non me la sento di sposarmi, sono troppo spregevole per questo, voi non siete abbastanza intrattabili. E vivacchio, vivacchio. Sono troppo numeroso per dire sì e no…

Et alors, je me sens trop fou ! Marié, je tuerais la bouche De ma mie! et, à deux genoux, Je lui dirais ces mots bien louches : « Mon cœur. est trop, ah trop central ! « Et toi, tu n’es que chair humaine; « Tu ne vas donc pas trouver mal « Que je te fasse de la peine !»

… mi sento troppo pazzo. Da sposato maciullerei la bocca alla mia bella e caduto in ginocchio le direi queste parole losche, il mio cuore è troppo, è troppo … centrale. E tu non sei che carne umana, non puoi, non puoi trovarmi tanto ingiusto se ti faccio del male.

En vérité, mieux ensemble on pâme Moins on est d’accord.

In verità più ci si estasia insieme e meno si è d’accordo.

En vérité, la Vie est bien brève

In verità la vita è troppo breve.

Jules Laforgue – Moralités légendaires – Hamlet ou les suites de la piété filiale, versione in italiano di Carmelo Bene

Oh ! pardon ! pardon ! Je ne l’ai pas fait exprès ! Ordonne-moi toutes les expiations. Mais je suis si bon ! J’ai un cœur d’or comme on n’en fait plus. Tu me comprends, n’est-ce pas, Toi ? … Est-ce que ton père est malade ?… Tant pis…

Perdono! Perdono! Non l’ho fatto apposta! Ordinami qualsiasi espiazione. Ma sono così buono io. Ho un cuore d’oro io. Tu mi capisci, non è vero? Tuo padre è malato per caso? Peccato.

Je ne demande rien à personne, moi. Je suis sans ami ; je n’ai pas un ami qui pourrait raconter mon histoire, un ami qui me précéderait partout pour m’éviter les explications qui me tuent. Je n’ai pas une jeune fille qui saurait me goûter. Ah ! oui, une garde-malade ! Une garde-malade pour l’amour de l’art, ne donnant ses baisers qu’à des mourants, des gens in-extremis, qui ne pourraient par conséquent s’en vanter ensuite.

Non chiedo nulla a nessuno io. Sono senza un amico, non ho un amico che possa raccontare la mia storia, un amico che mi preceda dappertutto per evitarmi quelle spiegazioni che m’ammazzano. Non c’è una che sappia gustarmi. Ah sì, un’infermeria, un’infermiera per amor dell’arte che conceda i suoi baci solo ai moribondi, a gente in extremis e che perciò non possa vantarsene.

…Mais, dès rentrés chez eux !… — Les hommes et les femmes, par couples, admireront mes scrupules d’existence, mais ne les imiteront nullement et n’en auront pas plus honte pour cela, entre eux, d’homme aimé à femme aimée, dans leurs foyers. Plus tard, on m’accusera d’avoir fait école ?

Macché, una volta a casa uomini e donne a coppie ammireranno i miei scrupoli sull’esistenza, ma non l’imiteranno nemmeno per sogno, non se ne vergogneranno affatto, a quattr’occhi da uomo amato a donna amata, in famiglia. Più tardi mi s’accuserà d’aver fatto scuola.

Pourtant, ah ! comme je suis seul ! Et, vrai, l’époque n’y fait rien.

Come sono solo! e quest’epoca non c’entra nemmeno un po’.

Je ne peux pas voir les larmes de jeunes filles. Oui, faire pleurer une jeune fille, il me semble que c’est plus irréparable que l’épouser. Parce que les larmes sont de la toute enfance ; parce que verser des larmes, cela signifie tout simplement un chagrin si profond que toutes les années d’endurcissement social et de raison crèvent et se noient dans cette source rejaillie de l’enfance, de la créature primitive incapable de mal. … Il se fait tard, il faut agir ; à demain les baisers et les théories.

Io non posso vedere le lacrime delle ragazze, no, perché far piangere una ragazza è più irreparabile che sposarla. Perché le lacrime son tutta infanzia, perché le lacrime versate testimoniano una pena così profonda che tutti gli anni di incallimento sociale e ragionevolezza scoppiano e riaffogano in quella fonte riaperta dell’infanzia, nella creatura primitiva incapace di male. Ma si fa tardi a domani i baci e le teorie.

Jules Laforgue Dimanches, Des Fleurs de bonne volonté – versione in italiano di Carmelo Bene.

Phrases, verroteries,
Caillots de souvenirs.
Oh! comme elle est maigrie!
Que vais-je devenir….

Frasi, chincaglierie, ricordi in grumi. Ahimè, come s’è dimagrita! Che ne sarà di me…

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Carmelo Bene, Letteratura, Teatro, Televisione, Tv. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Jules Laforgue – Carmelo Bene II

  1. angie ha detto:

    Ciao, ho trovato questo bello e interessante post.
    Volevo sapere dov’è possibile trovare tutto questa parte del testo: “Elena, io vago nella mia stanza e mentre tu…In verità la vita è troppo breve. …”
    So che è di Laforgue, ma in quale libro è possibile trovarla? Sempre se è stato tradotto in Italia.
    Grazie.

    • Ciao e grazie per l’attenzione. In realtà io ho trascritto tutto seguendo passo dopo passo la registrazione dell’Amleto beniano realizzato nel ’78 per la televisione, poi ho scaricato da Internet ciò che mi mancava dell’originale di Laforgue, Se vai sulla pagina francese di Laforgue dovresti trovare i testi.

  2. angie ha detto:

    Ho già provato a cercare, ma di quel pezzo citato sopra non trovo nessun riferimento. Vedendo alcuno titoli delle opere principali di Laforgue da te riportati, credevo sapessi dove poter individuare ciò che cerco. Mi interessa molto.
    Riportando il testo in francese non si trova quasi nulla invece.

  3. angie ha detto:

    Grazie mille. Ho trovato finalmente ciò che mi serve.

  4. angie ha detto:

    Comunque in Italia le opere principali di Laforgue non sono tradotte.

  5. angie ha detto:

    Grazie a Carmelo Bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...