Happy Birthday Bob!

 

Come you masters of war

you that build the big guns

you that build the death planes

you that build all the bombs

you that hide behind walls

you that hide behind desks

I just want you to know

I can see through your masks

you that never done nothing

but build to destroy

you play with my world

like it’s your little toy

you put a gun in my hand

and you hide from my eyes

and you turn and run farther

when the fast bullets fly

like Judas of old

you lie and deceive

a World War can be won

you want me to believe

but I see through your eyes

and I see through your brain

like I see through the water

that runs down by drain

you fasten all the triggers

for the others to fire

and then you set back and watch

when the deathcount gets higher

you that hide in your mansion

as young people’s blood

flows out of their bodies

and is buried in the mud

you’ve thrown the worst fear

that can ever be hurled

fear to bring children

into the world

for threatening my baby

unborn and unnamed

you ain’t worth the blood

that runs in your veins

how much do I know

to talk out of turn

you might say that I’m young

you might say that I’m unlearned

but there’s one thing I know

through I’m younger than you

that even Jesus would never forgive

what you do

let me ask you one question

is your money that good

will it buy you forgiveness

do you think that it could

I think you will find

when your death takes its toll

all the money you made

will never buy back your soul

and I hope that you die

and your death will come soon

I’ll follow your casket

on a pale afternoon

and I’ll watch while you’re lowered

down to your deathbed

and I’ll stand over your grave

till I’m sure that you’re dead”.

(Bob Dylan, Masters of war)

“Padroni della guerra/ Avanti, padroni della guerra/ voi che costruite i grossi cannoni/voi che costruite gli aeroplani della morte/voi che costruite tutte le bombe/voi che vi nascondete dietro i muri/voi che vi nascondete dietro le scrivanie/voglio solo che sappiate/che vi posso vedere attraverso le vostre maschere// voi che non avete mai fatto nulla/se non costruire per distruggere/voi che giocate con il mio mondo/come il vostro piccolo giocattolo/voi mettere un fucile nella mia mano/e vi nascondete dai miei occhi/e vi voltate e correte lontano/quando le pallottole veloci volano// come Giuda dei tempi antichi/voi mentite ed ingannate/ una guerra mondiale può essere vinta/ voi volete che io creda/ ma io vi vedo attraverso i vostri occhi/ e vi vedo attraverso il vostro cervello/ come vedo attraverso l’acqua/ che scorre giù dalla fogna// voi sistemate tutte le armi/ che altri dovranno sparare/ e poi vi sedete e guardate/ mentre il conto dei morti sale/ voi vi nascondete nella vostra villa/ mentre il sangue dei giovani/ scorre dai loro corpi/ e viene sepolto nel fango// avete causato la peggior paura/ che mai possa spargersi/ paura di portare figli/ in questo mondo/ poiché minacciate il mio bambino/ non nato e senza nome/ voi non valete il sangue/ che scorre nelle vostre vene// che cosa so io/ per parlare quando non sta a me/ direte che sono giovane/ direte che sono inesperto/ ma c’è una cosa che so/ anche se sono più giovane di voi/ che perfino Gesù non perdonerebbe/ quello che fate// voglio farvi una domanda/ il vostro denaro vale così tanto/ che vi comprerà il perdono/ pensate che potrebbe/ io penso che scoprirete/ quando la vostra morte vi chiederà il tributo/ che tutti i soldi che avete accumulato/ non serviranno a ricomprarvi l’anima// e spero che moriate/ e che la vostra morte venga presto/ seguirò la vostra bara/ un pallido pomeriggio/ e guarderò mentre vi calano/ giù nella vostra fossa/ e starò lì sulla vostra tomba/ finché non sarò sicuro che siete morti”.

Traduzione di Marco Vignolo Gargini

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...