Boney M – C’era una volta la discomusic 8

   Il 2010 purtroppo s’è concluso con la scomparsa di Bobby Farrell, cantante, ballerino e front-man di uno dei gruppi più noti del panorama della discomusic anni ’70, i Boney M. Farrell, di origine caraibica, era l’unico maschietto, circondato da tre bellissime ragazze, anch’esse caraibiche, e si ritrovò coinvolto nel 1975 in un progetto di un produttore tedesco, tale Franz Farian, che intravide la possibilità di cogliere al balzo l’occasione offerta dal nuovo stile musicale per la discoteca. Dopo un primo singolo, Baby Do You Wanna Bump, che ebbe una tiepida accoglienza, il successo giunse immediato l’anno dopo, nel 1976: il brano Daddy cool raggiunse la top ten in quasi tutta l’Europa e lanciò definitivamente il gruppo. Il primo album dei Boney M, Take The Heat Off Me, s’impose grazie all’hit precedentemente citata e ad una cover del ben noto pezzo di Bob Marley No woman no cry. Il successivo album, Love for sale, del 1977, sempre pilotato da un singolo piazzato nelle classifiche europee, Ma Baker, fu la conferma della bontà del progetto. Tipico delle canzoni dei Boney M era l’uso della voce maschile, sovente dello stesso produttore Farian, che interveniva dopo il refrain con un inciso recitato. Il 1978 è l’anno del terzo album  Nightflight to Venus, l’ultimo a ottenere un consenso unanime, questo grazie a due brani molto eseguiti nelle radio e sulle piste delle discoteche: Rasputin e Rivers of Babylon. Rivers of Babylon in realtà è una doppia cover, il testo è il Salmo 137 che descrive il dolore del popolo ebraico prigioniero in Babilonia dopo la conquista di Gerusalemme del 586 a.C., la musica invece è quella di una canzone spiritual del 1970 scritta da Brent Dowe e Trevor McNaughton, membri del gruppo giamaicano Melodians. A partire da quest’ultimo pezzo i Boney M non furono più in grado di confermare il loro successo, sicuramente in virtù di un passaggio di consegne della vecchia discomusic alla nuova, più elettronica e con un maggior numero di battiti al secondo. Era finita un’epoca, le vecchie melodie eseguite con una sezione di archi e cadenzate dalle percussioni tradizionali ormai venivano soppiantate dai sintetizzatori e dagli effetti sonori sempre più sofisticati. Gli anni ’80 per i Boney M furono interlocutori, come la decade successiva, soltanto con il nuovo millennio e la nostalgia per l’antica discomusic ci fu un timido ritorno, seppur breve, dato anche l’epilogo della morte di Bobby Farrell, trovato morto stroncato da un infarto il 30 dicembre 2010 in una camera d’albergo di San Pietroburgo, dove aveva tenuto un concerto.

© M.V.G.

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...