Macumba, polipi e Mick Jagger…

thumbtruecut1277734529546_475_280b5a18c67b877cedd80dde1732907f013

   Questo Mondiale di calcio sarà ricordato non solo per le vuvuzelas, ma anche per i chiaroveggenti umani e non che hanno pronosticato un verdetto, con la differenza che gli umani non sempre hanno azzeccato.

   Paul, il cefalopode (volgarmente detto polpo) dell’acquario tedesco di Oberhausen è stato interpellato più volte sull’esito delle partite della Germania: hanno posto due vaschette contenenti il cibo, una con la bandiera tedesca e l’altra con la bandiera della squadra avversaria, il risultato è che Paul ha sempre scelto la vaschetta giusta (cioè la Germania).

   Gli stregoni del Sudafrica, consultando a quanto pare le ossa degli antenati, avevano affermato che i Bafana Bafana non sarebbero risultati vincitori (oddio, non c’era bisogno delle ossa degli antenati visto il livello della squadra sudafricana).

   Mick Jagger, mitico leader dei Rolling Stones, ha deciso di seguire le partite dei Mondiali recandosi personalmente negli stadi e pare che ogni squadra da lui tifata debba inesorabilmente perdere… gli Stati Uniti sono state le prime vittime, poi è seguita l’Inghilterra di Fabio Capello, il Brasile di Dunga e infine l’Argentina di Maradona… restano quattro squadre in semifinale, Uruguay, Olanda, Germania e Spagna, e ognuna fa gli scongiuri perché Jagger non si presenti allo stadio a tifare…

    Una cosa è certa, questi sono Mondiali un po’ strani, con la detentrice fuori al primo turno in modo ignominioso (l’Italia N.d.R.), il Brasile sbugiardato, la Francia, l’altra finalista del 2006, ingloriosamente uscita subito, e la débâcle delle squadre sudamericane, partite invece come favorite. Forse c’è la possibilità per una squadra europea di sfatare il mito e vincere per la prima volta un torneo iridato fuori dal Vecchio Continente. Vedremo!

M.V.G. 

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Macumba, polipi e Mick Jagger…

  1. Pingback: Shaheen non è Paul | Sisohpromatem (Marco Vignolo Gargini)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...