Viareggio, un anno dopo

Hamza Ayad, nato a Dakhla (Marocco) nel 1992, deceduto al pronto soccorso dell’ospedale Versilia per aver inalato fumo e per le ustioni

Nadia Bernacchi, nata nel 1950, deceduta nell’appartamento in affitto in via Ponchielli 19

Claudio Bonuccelli, nato nel 1949, deceduto nell’appartamento in affitto in via Ponchielli 19

Rosario Campo, nato a Ragusa nel 1967, deceduto sul luogo dell’incidente (passava a bordo della propria moto)

Maria Luisa Carmazzi, nata a Viareggio nel 1960, trovata all’interno della propria abitazione (via Ponchielli 32) sotto le macerie

Andrea Falorni, nato a Viareggio nel 1959, investito dalle fiamme lungo la strada

Antonio Farnocchia, nato nel 1958, investito dallo scoppio sulla passerella che sovrappassa i binari

Ana Habic, nata a Nuşeni (Romania) nel 1967, deceduta all’interno dell’abitazione di Mario Pucci

Ilaria Mazzoni, nata a Viareggio nel 1973, deceduta nell’appartamento in affitto in via Ponchielli 20

Michela Mazzoni, nata nel 1976, deceduta nell’appartamento in affitto in via Ponchielli 20

Luca Piagentini, nato nel 2005, deceduto sul luogo dell’incidente (all’interno dell’automobile dei genitori)

Mario Pucci, nato nel 1919, deceduto nella propria abitazione in via Ponchielli 21/a

Elena Iacopini, nata a Viareggio nel 1977 deceduta all’ospedale Santa Chiara di Pisa il 30 giugno 2009 per le ustioni riportate sul 100 % del corpo

Oliva Magdalena Cruz Ruiz, nata a Cotacachi (Ecuador) nel 1969, deceduta all’ospedale Versilia di Viareggio il 30 giugno per le ustioni riportate sul 100 % del corpo

Iman Ayad, nata a Camaiore nel 2006, residente a Viareggio deceduta all’ospedale Bambin Gesù di Roma l’1 luglio per le ustioni di terzo grado riportate sul 90 % del corpo

Lorenzo Piagentini, nato a Camaiore nel 2007, residente a Viareggio e deceduto all’ospedale Meyer di Firenze l’1 luglio per le ustioni di terzo grado riportate sul 90 % del corpo

Aziza Aboutalib, nata nel 1963 deceduta all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore il 2 luglio per le ustioni riportate

Mohammed Ayad, nato nel 1958, deceduto all’ospedale Bufalini di Cesena il 2 luglio per le ustioni di terzo grado riportate sul 90 % del corpo

Nouredine Boumalhaf, nato a Marrakech (Marocco) nel 1980, deceduto all’ospedale di Carrara il 2 luglio per le ustioni di primo e secondo grado riportate sul 100 % del corpo

Rachid Moussafar, nato in Marocco nel 1984, deceduto all’ospedale Versilia di Viareggio il 2 luglio per le ustioni riportate sul 100 % del corpo

Abdellatif Boumalhaf, nato a Marrakech (Marocco) nel 1975 deceduto all’ospedale Santi Giacomo e Cristoforo di Massa il 3 luglio per le ustioni riportate sul 90 % del corpo

Stefania Maccioni, nata nel 1969, deceduta all’ospedale Cisanello di Pisa il 3 luglio per le ustioni riportate sul 100 % del corpo

Emanuela Milazzo, nata nel 1946, deceduta all’ospedale civico di Carrara il 3 luglio per le ustioni riportate sul 100 % del corpo

Sara Orsi, nata nel 1985, deceduta al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena (GE) il 9 luglio per le ustioni di terzo grado riportate sul 70 % del corpo

Alessandro Farnocchia, nato nel 1964, deceduto al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena (GE) l’11 luglio per le ustioni di secondo e terzo grado riportate sul 90 % del corpo

Federico Battistini, nato nel 1977, deceduto all’ospedale Cisanello di Pisa il 13 luglio per le ustioni riportate sull’85 % del corpo

Roberta Calzoni, nata nel 1955, deceduta al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena (GE) il 13 luglio per le ustioni riportare sull’80 % del corpo

Mauro Iacopini, nato nel 1949 deceduto al centro grandi ustionati dell’ospedale di Parma il 16 luglio per le ustioni di secondo e terzo grado riportate sul 60 %

Emanuela Menichetti, nata nel 1988, deceduta all’ospedale Cisanello di Pisa il 10 agosto per le ustioni riportate sul 90 % del corpo

Marina Galano, nata a Napoli nel 1964, residente a Massa deceduta all’ospedale Cisanello di Pisa il 29 agosto [17] per le ustioni riportare sull’80 % del corpo

Elisabeth Silva Teran Guadalupe, di 36 anni, originaria dell’Ecuador, deceduta all’ospedale Cisanello di Pisa il 22 dicembre per le ustioni riportate sul 50 % del corpo, morta dopo circa sei mesi dall’incidente

Un’anziana, Angela Monelli di 69 anni, è deceduta per infarto presumibilmente causato dallo shock dello scoppio, e non è stata inclusa nella lista ufficiale delle vittime, sebbene sia inclusa in quelle ufficiose. Meno noto è il caso di Italo Ferrari, 73 anni, colto da attacco cardiaco alla vista delle scene del disastro, e deceduto all’Ospedale Versilia il 2 luglio.

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Incidente_ferroviario_di_Viareggio

Informazioni su Marco Vignolo Gargini

Marco Vignolo Gargini, nato a Lucca il 4 luglio 1964, laureato in Filosofia (indirizzo estetico) presso l’Università degli Studi di Pisa. Lavora dal 1986 in qualità di attore e regista in rappresentazioni di vario genere: teatro, spettacoli multimediali, opere radiofoniche, letture in pubblico. Consulente filosofico e operatore culturale, ha scritto numerose opere di narrativa tra cui i romanzi "Bela Lugosi è morto", Fazi editore 2000 e "Il sorriso di Atlantide", Prospettiva editrice 2003, i saggi "Oscar Wilde – Il critico artista", Prospettiva editrice 2007 e "Calciodangolo", Prospettiva editrice 2013, nel 2014 ha pubblicato insieme ad Andrea Giannasi "La Guerra a Lucca. 8 settembre 1943 - 5 settembre 1944", per i tipi di Tra le righe libri, nel 2016 è uscito il suo "Paragrafo 175- La memoria corta del 27 gennaio", per i tipi di Tra le righe libri; è traduttore di oltre una trentina di testi da autori come Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. Nel 2005 il suo articolo "Le poète de sept ans" è stato incluso nel 2° numero interamente dedicato a Arthur Rimbaud sulla rivista Cahiers de littérature française, nata dalla collaborazione tra il Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle della Università della Sorbona di Parigi e l’Università di Bergamo. È stato Presidente dell’Associazione Culturale “Cesare Viviani” di Lucca. Molte sue opere sono presenti sul sito www.romanzieri.com. Il suo blog è https://marteau7927.wordpress.com/ ****************** Marco Vignolo Gargini, born in Lucca July 4, 1964, with a degree in Philosophy (Aesthetic) at the University of Pisa. He works since 1986 as an actor and director in representations of various kinds: theater, multimedia shows, radio plays, readings in public. Philosophical counselor and cultural worker, has written numerous works of fiction, including the novels "Bela Lugosi è morto", Fazi Editore 2000 and "Il sorriso di Atlantide," Prospettiva editrice 2003, essays "Oscar Wilde - Il critico artista," Prospettiva editrice in 2007 and "Calciodangolo" Prospettiva editrice in 2013, in 2014 he published together with Andrea Giannasi "La guerra a Lucca. September 8, 1943 - September 5, 1944," for the types of Tra le righe libri, in 2016 he published "Paragrafo 175 - La memoria corta del 27 gennaio", for the types of Tra le righe libri; He's translator of more than thirty texts by authors such as Poe, Rimbaud, Shakespeare, Wilde. In 2005 his article "The poète de sept ans" was included in the 2nd issue entirely dedicated to Arthur Rimbaud in the journal "Cahiers de littérature française II", a collaboration between the Centre de recherche sur la littérature français du XIX siècle the Sorbonne University Paris and the University of Bergamo. He was President of the Cultural Association "Cesare Viviani" of Lucca. Many of his works are on the site www.romanzieri.com. His blog is https://marteau7927.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Anniversari. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...