Élite

ElitE

Una scuola secondaria superiore spagnola collassa, crolla, perché costruita con materiali scadenti, vi sono dei feriti, e l’impresario edile responsabile dell’incidente cerca di farsi perdonare, di ripulirsi la coscienza o la fedina penale, regalando tre borse di studio a ragazzi di umili origini provenienti da quella scuola: Christian, Nadia e Samuel. La destinazione è l’istituto Las Encinas, la classica scuola per rampolli dell’alta società. Élite è questo nuovo teen drama iberico, trasmesso da Netflix a partire dal 5 ottobre 2018, che inizia con il flash back di un omicidio e sviluppa la sua trama seguendo le storie dei ragazzi all’interno dell’istituto, con spaccati sociali, tematiche importanti, come la tossicodipendenza, l’HIV, l’omosessualità, il bullismo, il razzismo. Un’ulteriore dimostrazione, dopo Fisica o chimica, della vivacità della produzione spagnola, contrapposta, ahimè, a un’autentica incapacità degli autori italiani di allestire una serie tv del genere, oppure la paura di incontrare problemi, in un paese che si è scoperto retrivo, xenofobo e omofobo. La nostra sorella latina, la Spagna, ci dà lezioni di civiltà, spero che la visione di Élite offra, se non altro, uno squarcio per chi, come noi, crede ancora in un intrattenimento di livello.

Pubblicato in Televisione, Tv | Lascia un commento

Cronache Ribelli

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/35271084_174400503241879_7683620188155019264_n.jpg?_nc_cat=105&oh=9f4756e50d74cefd1e91ab8f3b726bb7&oe=5C5C0C06

https://www.facebook.com/cronacheribelli/

https://www.facebook.com/cannibaliere/app/144228972310103/

Pubblicato in Libri, Media e comunicazione | Lascia un commento

Nazismo, nazismo e ancora nazismo…

44065346_2205736213033893_2355243289260589056_n

A vedere l’immagine del manifesto, che campeggia in varie città, Roma, Milano e Torino, della campagna nazionale di Pro Vita e Generazione Famiglia, promotrici del Family Day, “per il diritto dei bambini a una mamma e un papà”, viene da pensare una cosa sola: il nazismo è vivo e vegeto e ha trovato nuovi modi per manifestarsi, appunto attraverso manifesti… affissi e accompagnati da camion vela, in cui appaiono due giovani che spingono un carrello con dentro un bambino disperato, comprato dalla coppia, individuati come ‘genitore 1’ e ‘genitore 2’, e a fianco la scritta: “Due uomini non fanno una madre. #StopUteroinAffitto”.

Si può descrivere il fenomeno, discuterlo, confrontandosi, ma piazzare simili manifesti, condannare persone e, soprattutto, condannare quel bambino cosa significa? Il nazismo ci riprova, come ha fatto dal 1933 al 1945, sterminando gli omosessuali con il gas, oggi sterminando con la morte sociale e il tentativo di far passare gli omosessuali come mostri che vogliono distruggere tutto. Gli argomenti sono sempre quelli. I nazisti sono sempre quelli. Cambia solo il linguaggio…

Pubblicato in LGBTQ | Lascia un commento

ARBEIT MACHT FREI

Italien ist

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Not Mine Anniversary

Elezione-di-papa-giovanni-paolo-II

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Social Workers

social workers

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Giorgio Gaber, “Barbera e champagne”

Giorgio Gaber, Barbera e champagne, 1969

Triste col suo bicchiere di barbera
senza l’amore al tavolo di un bar
il suo vicino e in abito da sera
triste col suo bicchiere di champagne
sono passate gia quasi tre ore
venga che uniamo i tavoli signore
voglio cantare e dimenticare
coi nostri vini il nostro triste amor
barbera e champagne stasera beviam
per colpa del mio amor parappappa’
per colpa del tuo amor parappappa’
ai nostri dolor insieme brindiam
col tuo bicchiere di barbera
col mio bicchiere di champagne
com’eran tristi e soli quella sera
senza le donne al tavolo di un bar
nonno fanfani moro e giu barbera
gianni rivera mao e giu champagne
guardi stia attento lei mi sta offendendo
ehila come ti scaldi ma va là
vieni balliamo insieme questo tango
balliamo insieme per dimenticar
barbera e champagne stasera beviam
per colpa del mio amor parappappa’
per colpa del tuo amor parappappa’
ai nostri dolor insieme brindiam
col tuo bicchiere di barbera
col mio bicchiere di champagne
colpa di quel barista ch’e’ un cretino
c’hanno cacciato fuori anche dal bar
guarda non lo sapevo e già mattino
si e fatto tardi ormai bisogna andar
giusto pero vorrei vederla ancora
io sono direttore all’onestà
molto piacere vede io per ora
sono disoccupato ma chissà
barbera e champagne stasera beviam
per colpa del mio amor parappappa’
per colpa del tuo amor parappappa’
ai nostri dolor insieme brindiam
col tuo bicchiere di barbera
col mio bicchiere di champagne

Pubblicato in Musica | 1 commento